PRESENTAZIONE
Gli esami ormonali ed i test funzionali su di essi basati costituiscono un
pilastro fondamentale per la diagnostica delle malattie delle ghiandole
endocrine.
Nell’ultimo decennio, la medicina di laboratorio ha compiuto passi da
gigante in questo settore, sostituendo progressivamente con metodiche
moderne ed apparecchiature automatizzate i classici dosaggi
radioimmunologici, eguagliandone e talora migliorandone, sensibilità e
precisione.
Rimane tuttavia, il grosso problema del rapporto costo/beneficio dei
dosaggi ormonali che si è accentuato, proprio per la loro maggiore
disponibilità, in quanto tali dosaggi vengono spesso richiesti a tappeto e
senza un ragionato approccio diagnostico basato sul metodo e su specifiche
competenze.
Il documento di seguito pubblicato è un primo tentativo di
razionalizzare la domanda degli esami di funzionalità tiroidea, nella
patologia endocrina più frequente, che è quella delle tireopatie.
Rimane inteso che le linee guida contenute in questo documento, anche
se sono frutto di un’intensa esperienza specialistica e confortate dalla
letteratura internazionale, non possono prescindere dall’approccio clinico al
paziente da parte del medico e dall’eventuale supporto dell’Endocrinologo.
Corrado Betterle