{disablepurifier}

Il Sole 24 Ore Sanità - 3 ottobre 2013
Formazione e aggiornamento di medici e operatori sanitari di Paesi in via di sviluppo grazie a stage in Italia; creazione di un albo nazionale di medici pensionati, volontari, disponibili a operare nei Pvs; coordinamento nazionale presso la Fnomceo di tutte le organizzazioni di volontariato dirette da medici; promozione di iniziative regionali che riconoscano giuridicamente ed economicamente l'impegno fuori confine dei sanitari.

Benato: uniti per la tutela della "Salute Globale"Sta per aprirsi a Roma, presso l’auditorium del Ministero della Salute (viale G. Ribotta 5) il Convegno“Promozione della Salute e Cooperazione internazionale: la FNOMCeO per il volontariato medico e la collaborazione tra le istituzioni”, che si terrà i prossimi 4 e 5 ottobre (programma).

Per la prima volta, saranno riunite insieme le Istituzioni, gli Enti, le Organizzazioni non governative, militari, religiose che si occupano di Cooperazione Sanitaria Internazionale.

Ha ancora significato uno specifico di genere, sia nei confronti della professione medica e delle sue 137.308 donne, che di altre professioni? È il tema affrontato nell’ultimo incontro dell’Osservatorio FNOMCeO, che in una forma di “audizione partecipata”, ha incontrato le maggiori sigle sindacali firmatarie dei contratti e le colleghe impegnate nelle consulte Enpam.

Un nuovo modello di Medicina, fondato non solo sulle evidenze scientifiche o su un meccanicistico rapporto causa-effetto, ma su una vera Alleanza Terapeutica, dove si intersechino il vissuto, le storie, la cultura del Paziente e quelle del Medico.

È quanto la FNOMCeO auspica da tempo, anche attraverso diversi Convegni – da quello di Padova, “Pensare per la professione”, del 2009, a quello di Firenze, “Una Filosofia per la Medicina”, del 2012 – ai quali ha partecipato, in veste di promotore o di relatore, il suo vicepresidente, Maurizio Benato.

image001La chiamano “la malattia invisibile”, perché è difficilmente rilevabile dagli esami di laboratorio e dalle indagini radiologiche e perché chi ne soffre è apparentemente sano, a parte un dolore costante e diffuso. È la fibromialgia, sindrome che conta oggi almeno due milioni di malati.

La Scuola di Etica Medica, con sede presso l’OMCeO di Rimini, ha organizzato il II Corso di Alta Specializzazione in Etica Medica che si svolgerà nei mesi di settembre, ottobre e novembre.