Gentilissimi,

Con riferimento all'oggetto, si trasmette il Documento Informativo della Società Italiana di Farmacologia –SIF- in allegato, volto a chiarire il potenziale beneficio/rischio associato all'uso di ACE-inibitori/Sartani (antagonisti dei recettori dell’angiotensina II) nei casi di infezione da coronavirus 2019 (SARS-CoV-2).

 

In particolare sono emerse in letteratura ipotesi contrastanti sull’impiego dei suddetti farmaci che, se da un lato suggeriscono di valutarne attentamente i potenziali effetti e la sicurezza in pazienti con infezione da SARS- CoV-2, dall'altro, sono presenti diversi studi condotti su SARS-CoV e verosimilmente estendibili anche a SARS-CoV-2, che sembrano suggerire il contrario.

  Tuttavia il documento specifica che ad oggi non esistono evidenze scientifiche derivate da studi clinici, in alcuna indicazione d’uso approvata, che dimostrino che sostituire l’ACE-inibitore o sartano con altro anti-ipertensivo (o viceversa), in pazienti ben controllati farmacologicamente, sia associato ad un effetto protettivo o negativo verso l'infezione da SARS-CoV-2 e specificamente alla prognosi della malattia ad esso correlata (COVID-19). 

Si invita le SS.LL.a trasmettere il documento allegato a tutti i soggetti interessati.

Cordiali saluti

Direttore

Direzione Farmaceutico-Protesica-Dispositivi Medici

Dr.ssa  Giovanna Scroccaro

Vedi Allegato