Facendo seguito alla Comunicazione FNOMCeO n.135/2021 relativa all’ obbligo di vaccinazione per la prevenzione dell’infezione da SARS-CoV-2 e agli obblighi normativi scaturenti dalle disposizioni su menzionate per gli Omceo territoriali occorre fornire una precisazione in seguito ad alcuni chiarimenti evidenziati con nota del 23 giugno del Ministero vigilante interpellato.

Nel dettaglio si precisa che in seguito all’acquisizione del provvedimento adottato dalla ASL di accertamento di mancata osservanza dell’obbligo vaccinale la delibera di sospensione dall’esercizio professionale deve essere adottata dal Consiglio direttivo anziché dalla Commissione d’Albo.
Si conferma che nei confronti del provvedimento di sospensione è ammesso solo il ricorso amministrativo al TAR.