Si ritiene opportuno segnalare che l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) il 13 ottobre 2021 ha emanato una nota informativa concordata con l’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA)sul rischio di trombocitopenia (inclusa la trombocitopenia immune) con o senza sanguinamento associato del vaccino Covid-19 AstraZeneca.

 Aifa ha fornito agli operatori i seguenti aggiornamenti:

Dopo la somministrazione di Vaxzevria sono stati riportati casi di trombocitopenia, inclusa la trombocitopenia immune (PTI), tipicamente entro le prime quattro settimane successive alla vaccinazione.

- Questi eventi di trombocitopenia si sono manifestati molto raramente con livelli di piastrine molto bassi (<20.000 per μL) e/o erano associati a sanguinamento.

- Alcuni di questi casi si sono verificati in soggetti con un’anamnesi di trombocitopenia immune.

- Sono stati segnalati casi con esito fatale.

- Se un individuo ha una storia di disordine trombocitopenico, come per esempio la trombocitopenia immune, prima di somministrare il vaccino deve essere preso in considerazione il rischio di sviluppare bassi livelli di piastrine e, dopo la vaccinazione, si raccomanda il monitoraggio della conta delle piastrine.

L’AIFA ha, inoltre, ribadito l’importanza della segnalazione, da parte di tutti gli operatori sanitari,delle sospette reazioni avverse associate all’uso del vaccino Covid-19 AstraZeneca, rammentando che le segnalazioni di sospetta reazione avversa da farmaci devono essere inviate al Responsabile di Farmacovigilanza della struttura di appartenenza dell’operatorestesso.

pdf NOta Aifa 13 10 2021 Vexzevria (554 KB)