Medici di famiglia attenti: la prassi di lasciare la ricetta cartacea in farmacia, pur ammessa dal garante della privacy, dev’essere autorizzata dal paziente e deve essere l’eccezione e non la regola.

«Dove va la sanità se viene meno il contatto diretto tra paziente e medico nella fase di prescrizione del farmaco? Se viene meno l'atto del medico o anche l'atto del farmacista?».

Carriera del medico ospedaliero distinta in professionale e manageriale, e possibilità di essere assunti negli ospedali con lo stipendio della caposala (DSuper) senza avere il titolo di specialista: sono due novità del disegno di legge che riforma l'accesso dei sanitari al Ssn presentato dal Ministero della Salute e pronto per essere girato all'Istruzione.

Non solo aule sovraffollate e atenei in tilt. L’effetto dei ricorsi accolti dal Tar, che hanno permesso l’immatricolazione con riserva a 5mila aspiranti medici bocciati ai test del 9 aprile 2014, sembra ripercuotersi anche su coloro che hanno superato il test regolarmente.

Senza riforma della legge istitutiva non è possibile realizzare regolamenti o statuti nei quali potrebbero avere posto sia il concetto di “pari opportunità tra donne e uomini” che quello di “quote di genere”. Dalla professione forense potremo mutuare le modalità per il rispetto delle quote di genere descritte nel Regolamento sui Procedimento disciplinare e nelle successive istruzioni

La ricetta del dottore lasciata nella busta sul tavolino in sala d’attesa? Forse non la vedremo più.

Il Comitato centrale della Federazione nazionale degli Ordini dei medici (Fnomceo) ha deciso di ricorrere al Tar per procedere contro la decisione dell'Antitrust, che ha inflitto una sanzione di oltre 800mila euro alla Federazione per aver posto restrizioni ai propri iscritti in tema di pubblicità.

Parola fine, forse, per la diatriba sui certificati sportivi non agonistici. È in gazzetta ufficiale serie generale 243 del 18/10 il decreto 8 agosto 2014 sui certificati sportivi che recepisce la semplificazione varata con il decreto del fare l’anno scorso.

Acquisti monstre di Bot da parte dell’Enpam? D’ora in poi lo stato potrebbe scordarsene. L’aumento della tassazione dei rendimenti del patrimonio di medici e Dentisti previsto nella prossima Finanzaria non è andato giù ai vertici della Fondazione.

«La presenza di un adeguato numero di commissari o sorveglianti; la presenza di almeno un commissario ministeriale esterno all’ambito regionale; la totale assenza di potenziali conflitti di interesse tra commissari o sorveglianti e i candidati;